Le Zone del Rotary

Variazione delle Zone del Rotary

Per ragioni puramente amministrative il Rotary International è suddiviso in Distretti. All’interno di ogni Distretto vi sono i Club che ne fanno parte.  I vari Distretti sono raggruppati in quelle che vendono conosciute come Zone. Alcune Zone raggruppano distretti dello stesso Paese mentre altri raggruppano Distretti di più Paesi.

Le Zone sono servite da quelle che conosciamo come Segreterie di Zona.

Tutti i Distretti italiani (12) appartenevano alla Zona 12. A far data dal 1° Luglio 2009 la Zona 12 (Italia) ha perso il Distretto 2060, del Triveneto, che è stato assegnato alla Zona 19 comprendente tra l’altro l’Austria la Slovenia, la Grecia ed altro come peraltro si può notare dalla cartina allegata.

Tale “allineamento” delle Zone viene effettuatato in modo periodico dal Consiglio Centrale del Rotary International con l’intento di omogeneizzare il numero di rotariano presenti nelle varie Zone. Questa omogeneizzazione viene fatta con l’intento di avere una rappresentanza omogenea e paritetica di tutti i rotariani del mondo attraverso la possibilità di eleggere i loro rappresentanti presso il Consiglio Centrale.

La risoluzione che ha portato allo smembramento dell’ex Zona 12 facendo perdere il Triveneto è stata deliberata nella riunione del Marzo 2008 ed è entrata in essere appunto dal 1° Luglio 2009.

Di norma (vedi Manuale di Procedura) la variazione dei confini di una zona deve essere effettuata con l’approvazione dei Distretti interessati, cosa che evidentemente vi è stata.

Per maggiore informazione e conoscenza viene riportata la cartina della Zona 19 nella quale è stato accorpato il Distretto 2060 (Triveneto) che da questo Anno Rotariano sceglierà i rappresentati internazionali su base paneuropea.