I Principi guida del Rotary

Nel corso della sua storia, il Rotary ha adottato vari principi fondamentali intesi a guidare i soci al raggiungimento di elevati standard etici e di servizio.

Scopo del Rotary.

Lo Scopo del Rotary, formulato inizialmente nel 1910 e adattato negli anni al respiro sempre più ampio dell’attività sociale, offre una definizione succinta delle finalità dell’organizzazione e delle responsabilità individuali dei soci.
Lo Scopo del Rotary è promuovere e diffondere l’ideale del servire, inteso come propulsore di ogni attività. In particolare, l’associazione si propone di promuovere e diffondere:

PRIMO Lo sviluppo di rapporti interpersonali intesi come opportunità di servizio.
SECONDO Elevati principi etici nell’attività professionale e nei rapporti di lavoro; il riconoscimento dell’importanza e del valore di tutte le professioni; il significato dell’occupazione di ogni Rotariano come opportunità per servire la società.
TERZO L’applicazione dell’ideale del servire alla vita personale, professionale e sociale di ogni Rotariano.
QUARTO La comprensione, la tolleranza e la pace fra i popoli mediante una rete internazionale di professionisti e imprenditori di entrambi i sessi, uniti dall’ideale del servire.

Principio delle categorie professionali.

Il principio delle categorie assicura che l’effettivo dei club rifletta la realtà economico-professionale della comunità. Il sistema stabilisce che ogni socio venga classificato in base alla propria occupazione e che il numero dei rappresentanti di ogni categoria sia proporzionale al numero complessivo dei soci.
Ne risulta una diversità professionale che ravviva l’atmosfera sociale del club e fornisce un serbatoio di competenze professionali ricco e variegato.

Vie d’azione.

Le Vie d’azione, ispirate allo Scopo del Rotary, costituiscono il fondamento filosofico dell’associazione e la base delle attività dei club:

  • L’Azione interna si concentra sull’affiatamento e sull’adeguato funzionamento dei club.
  • L’Azione professionale incoraggia i Rotariani a porre le proprie competenze professionali al servizio del prossimo osservando i più alti principi etici.
  • L’Azione d’interesse pubblico riguarda i progetti e le iniziative che i club intraprendono per migliorare le condizioni di vita all’interno delle loro comunità.
  • L’Azione internazionale riguarda i progetti umanitari condotti in tutto il mondo e le iniziative per promuovere la comprensione e la pace tra i popoli.